QUALITÀ ARTIGIANALE A 360 GRADI

QUALITÀ ARTIGIANALE A 360 GRADI

-
Credo sia inutile e fuori dalla realtà sparare a zero sulla moltiplicazione di punti vendita delle diverse catene di gelaterie, così come lo sarebbe ipotizzare la chiusura o il ridimensionamento degli onnipresenti centri commerciali: una "livella" naturale è messa in atto dall'eccesso di offerta, con conseguente difficoltà a raggiungere il punto di pareggio, e dalla non risolta crisi economica, con inevitabile non crescita dei consumi e talvolta con calo degli stessi oltretutto divisi fra più negozi.
E' opportuno, invece, saper proporre di meglio e marcare la differenza fra la gelateria artigianale e quella "seriale", perché è evidente che la catena è per sua stessa natura seriale: lo vuole e lo deve essere negli elementi fondanti, anche se poi si imbelletta con qualche variante più o meno curiosa.
La catena non deve, in ultima analisi, apparire ciò che è, dato che tutte le ricerche di mercato confermano che il consumatore ama ciò che è specifico, che è diverso, che porta in sé una impronta e una interpretazione "unica": proprio ciò che la catena non potrà mai dare, se non inventandosi qualche azzeccato sotterfugio, come l'enfasi sul gusto del mese o sulla fontana di cioccolato, con un finto nuovo che si ferma là o su qualche altra trovata del marketing.

Continua a leggere l'articolo scaricando l'allegato.

Articolo apparso sulla rivista "Gelato Artigianale" n. 269 di Gennaio - Febbraio 2014

Ottieni
informazioni

-

Contattaci per ottenere informazioni compilando il form di seguito
oppure chiamaci al numero +39 035 260360

 Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.L.30 giugno 2003 196/2003